venerdì 18 marzo 2016

Reazioni avverse alle materie prime

Argomento interessante per la pillola di questo mese! Il Dottore Canello spiega quele potrebbe essere il motivo delle reazioni avverse alle materie prime.
Vi ricordo che nel mio blog trovate numerosi argomentazioni riguardanti i nostri amici a 4 zampe analizzate e espletate in Pillole di Salute.
Ecco cosa ci spiega il miglior veterinario in campo: "Voglio condividere con voi un problema che nel passato non esisteva: i nostri cani, con le diete da me formulate, stavano bene nella quasi totalità dei casi. Questo perché il mix di soluzioni dietetiche studiate non presentava controindicazioni.
Negli ultimi due/tre anni, stanno aumentando le reazioni avverse anche alle materie prime alimentari che usiamo nelle nostre varie linee. In pratica, un certo numero di cani e gatti presenta reazioni o al mais, o al riso, o alla patata, o al pesce, o al cervo, o all'agnello.
 
È evidente che l'organismo tende a sensibilizzarsi sempre più frequentemente agli alimenti con cui viene a contatto, anche se sono sicuro che gli alimenti sono dei semplici veicoli degli inquinanti più diversi.
Il progressivo accumulo di un determinato inquinante porta, col tempo, a un livello di saturazione oltre il quale compaiono i sintomi di intolleranza, quali vomito, diarrea, prurito, dermatiti, otiti, arrossamenti.
Cosa fare? Una persona che vede il proprio piccolo amico avere delle reazioni negative ci rimane male, ma per fortuna è facile rimediare, modificando la referenza in uso. Quando si manifestano dei problemi, chiamate subito il nostro numero verde veterinario 800-993398: una delle nostre veterinarie o io stesso riusciremo a risolvere i vostri guai.

Sergio Canello"

Come vedete il nostro Dottore è sempre attento alle necessità dei nostri amici a 4 zampe. Lo stesso discorso comunque potrebbe valere anche per l'essere umano.