martedì 13 ottobre 2015

Dieta raw e infezioni

So che aspettavate le pillole di salute da tempo, eccoci al solito appuntamento con il nostro veterinario Canello.
Fidatissimi, con questa utile guida, dobbiamo cominciare a dare il meglio ai nostri amici animali.
Riflettiamo tutti insieme per prevenire e non curare quando magari è troppo tardi.
"Molti sapranno già che esiste un allarme lanciato dalla Food and Drugs Administration statunitense (FDA) che evidenzia il pericolo d’infezioni per i cani che vengono alimentati con il cibo crudo.
Questo modello alimentare ha avuto una progressiva espansione mano a mano che è cresciuta la consapevolezza che il petfood troppo spesso fa ammalare i nostri amici a quattro zampe.

Il principio di base non è confutabile: gli animali selvatici si nutrono di prede crude, quindi una dieta simile composta di carne, ossi e organi interni non può non rappresentare il più logico modello alimentare.
Perché, dunque, la Food and Drugs Administration mette in guardia dall'utilizzarlo?

Perché alimenti crudi possono veicolare svariati microrganismi pericolosi per la salute se non addirittura mortali. Fra questi, le salmonelle (che si sviluppano molto frequentemente nelle carni provocando dolori gastrici e addominali, vomito incontrollabile, crampi, febbre, diarrea alternata a stitichezza) e le listerie, che provocano un’infezione grave che colpisce gli adulti con sistema immunitario depresso, i cuccioli, le femmine in gravidanza e gli anziani.
Qual è, quindi, la soluzione migliore? Personalmente ritengo che il rischio d’infezioni con la dieta cruda non sia alto, ma sicuramente esiste, quindi il modello "raw" è un modello utilizzabile a rischio e pericolo del proprio amico a quattro zampe (che, ricordiamo, non può scegliere).

Riguardo al petfood, sono in possesso di elementi sicuri per affermare che il problema non è tanto nel petfood in quanto tale, quanto nella tipologia dello stesso: evitate il più possibile il petfood basato sulle carni da allevamento intensivo (in particolare pollo e maiale) perché il rischio di trovarvi residui tossici di farmaci pur legalmente utilizzati è molto elevato, e la riprova sta nel manifestarsi rapidissimo di patologie infiammatorie di tutti i tipi, specie dermatiti pruriginose (collo e fondo schiena), forfora, arrossamenti, seborrea, otiti, congiuntiviti, vomito notturno di succhi gastrici, diarrea, infiammazioni delle sacche anali, leccamento ossessivo della zampa e molto altro.
Tutto per rendere chiaro che non esiste nulla di sicuro, e che il criterio da seguire è di tenere d’occhio lo stato di salute del proprio amico più caro: se presenta uno o molti dei problemi appena evidenziati, controllate cosa sta mangiando, eliminando specie tutto ciò che contiene osso, l’organo che accumula tutto ciò che è chimico e farmacologico.
Sergio Canello"
Questa è una rubrica che aggiorno e vi proporrò in seguito, quindi se l'argomento è di vostro interesse... Seguitemi! Perché Consigli di una Mamma Casalinga, con grande impegno e soprattutto riconoscendo e conoscendo questi prodotti, vi informa sulle novità/necessità dei più cari nostri amici Animali.
Vi ricordo che potete anche acquistare direttamente dal sito www.forza10.com.
Non solo ma troverete tantissime altre informazioni utili.
www.sergiocanello.it