mercoledì 1 ottobre 2014

Alla riscoperta delle Maioliche e Terrecotte in cucina. Un ricordo riaffiora grazie a Fratelli Colì s.r.l.

Oggi mi impegno a parlarvi di utensileria e nello specifico dell'uso della terracotta.
Mia nonna usava i cocci, dei cocci belli e colorati, amavo guardarla alle prese in cucina, "spignattare" e mescolare ogni qualsivoglia goloseria. Sapete il piatto che amavo di più da bambina? La pasta con le lenticchie, come la faceva mia nonna nessuno sapeva farla.
Un segreto però me lo svelò prima di lasciarmi, mi disse che l’ideale in cucina, quando si ha la necessità di una "cottura dolce", ovvero a fuoco basso e senza sbalzi di temperatura, è la pentola di coccio, che scaldandosi lentamente, uniformemente e gradualmente e cedendo lentamente il calore, è particolarmente consigliata. Specialmente  quando si devono cuocere minestre di verdura, risotti, sughi, stufati, stracotti, legumi, cereali, zuppe. Anche la pasta con le lenticchie mia nonna la cucinava nel coccio e sicuramente era così buona per questo motivo. Non so come spiegarvi la bontà, la diversità insita nell'essere cotto in un coccio. 
Ultimamente, ricordando questo segreto, ho contattato un'azienda leader nella produzione di maioliche e terrecotte locali, la FRATELLI COLI' SRL.
L'azienda è geograficamente collocata a Cutrofiano, nel cuore della penisola salentina, a metà strada tra il Mar Adriatico e il Mar ionio.
Oggi è una delle aziende più rinomate nella produzione di  Conta, soprattutto perché per offrire la qualità massima l'azienda ha sempre fatto attenzione alla selezione delle materie prime, per garantire quindi la solidità dei prodotti, la sicurezza e soprattutto la bellezza e l'utilità.
L'azienda Fratelli Colì S.r.l. ha ancora il sentore dell'antico, della tradizione, di un passato che sa di mani umide e sporche di creta che lavorano instancabili al tornio, quelle di Antonio Colì che già nel 1650 svolgeva la sua attività di artigiano produttore di vasi in creta.
Ma ci pensate una tradizione così bella e forte da più di 350 anni questo uomo viene ricordato per le sue grandi doti, oggi ancora gli eredi di questa bella realtà portano in seno l'amore per l'azienda e i loro prodotti, In ricordo anche del nonno che con caparbietà ha saputo trasmettere la passione per l’antica arte ceramica ai suoi figli e nipoti, oggi l’azienda è uno dei maggiori distretti industriali italiani, conservando la qualità e la cura per i dettagli di sempre.
Una lunga tradizione tramandata, ma anche adozione di nuove tecnologie per soddisfare al meglio la propria clientela e aprirsi in maniera incisiva al mercato nazionale ed estero.
Sono prodotti dotati di una particolare resistenza agli urti e per questo di ineguagliabile pregio.
Fratelli Colì S.r.l. produce svariati oggetti che spaziano dall'arredo per ville e giardini, alla stoviglieria come pregiate pirofile e pentole in terracotta a forte resistenza agli urti. Dispone di un vastissimo e vario assortimento di complementi d'arredo, oggettistica, fischietti, pirofile, ecc..
L'azienda produce per clienti di ogni tipo, dal privato alle aziende,ed è per questo che soddisfa ogni richiesta da parte della clientela, anche la più esigente. Realizza oggetti su specifiche richieste, personalizza ogni oggetto a proprio piacere conferendo loro autenticità ed esclusività.
"Ogni oggetto è un'opera d'arte che racchiude la cura certosina con cui il semplice pezzo di argilla prende forma e vita"


Si possono richiedere Gadgets aziendali da regalare nelle occasioni speciali, bomboniere personalizzate, insegne per negozi in elegante ceramica, stoviglieria personalizzata per ristoranti, pizzerie, pub, numeri civici, decori per ville e giardini ecc. Le decorazioni personalizzate possono essere realizzate sia con la tecnica della decalcomania che a mano, grazie alla maestria di abili decoratori. 
Vi presento le mie terracotte... 
Come vedete bellissime e soprattutto molto comode.

Ecco come li ho usate dopo averle immerse completamente in acqua fredda per 24 ore per idratare la terracotta, perché le pentole di coccio nuove hanno bisogno di un trattamento iniziale prima di venire usate per la cottura per non rischiare di romperle una volta messe sul fuoco.
Cotto i granchi in un ottimo pomodoro, per un gustosissimo piatto di 
SPAGHETTI AL GRANCHIO
600 g. di spaghetti
800 g. di granchi
1/2 dl di olio e.v. di oliva
1 spicchio di aglio
350 g. di pelati di pomodoro
Sale e pepe
Lavate sotto acqua corrente i granchi, per metà asportate chele e gusci. In un Tegame Apulia (io ho usato quello di Nuova Colì) soffriggete nell'olio uno spicchio di aglio. Toglietelo appena dorato e aggiungete i pelati di pomodoro ed i granchi, regolate di sale e cuocere per circa 15/20 minuti, lasciate che il pomodoro si addensi. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il sugo ottenuto.
Vi ricordo che è meglio evitare l’uso di utensili metallici, per mescolare durante la cottura, si rischia di graffiare lo smalto. Un cucchiaio di legno è l'ideale.
Cosa ne dite invece se ci serviamo delle stoviglie in terracotta per servire in tavola? Sono talmente belle da vedere che anche solo per portare i piatti a tavola e caso mai è anche possibile scaldare in forno.
Guardate come ho servito la mia
PAELLA RECIPES
Perfetta... servita nella ciotola ovale Colì è proprio perfetta!
Si vede a prima vista che queste terracotte sono di qualità, belle lucide e senza un difetto. A tavola fanno davvero una bellissima figura. Tutti i commensali hanno gradito ed apprezzato sia il piatto che la presentazione.
Un primo e guardate il secondo?
ARISTA DI MAIALE IN SALSA BRUNA CON PURE' E FAGIOLINI
Ingredienti:
700 gr. Arista di Maiale
500 gr. di fagiolini
Cipolla
Purè istantaneo
1 cucchiaio di Fecola di patate
Aglio
Olio

INSAPORITORE Ariosto per CARNI ARROSTO e ai FERRI
Disporre l’arista di maiale in una teglia, irrorarla con l’olio ed infornarla a 180°per circa 30 minuti. Toglietela dal forno, lasciatela freddare, tagliatela a grosse fette e mettetele da parte. Conservate il brodo che si è formato nella teglia per preparazione dell'intingolo.
Intingolo: Pulire e tagliare la cipolla grossolanamente. Mettete in un tegame l’olio di oliva e fatevi appassire la cipolla a fuoco basso per circa 5-10 minuti senza fargli prendere troppo colore. Unite anche l’aglio schiacciato che farete rosolare pochi minuti. Aggiungere il brodo di carne (precedentemente messo da parte) e 500 ml di acqua. A parte sciogliere in un bicchiere di acqua fredda la fecola di patate ed aggiungerla al sugo, mescolando vorticosamente per evitare la formazione di grumi.
Riportare il miscuglio al bollore mescolando continuamente fino a che non si addensa e spegnere il fuoco.
Disponete la carne a fette nella teglia rettangolare (io ho usato quella Colì) per farla raffreddare.
Bollite i fagiolini in acqua salata e preparate il purè!
Quando mio marito è tornato dal lavoro, il tutto era freddo, allora ho preso la teglia rettangolare Colì e l'ho messa in forno per 5 minuti e tutto si è scaldato senza dover sporcare ulteriori utensili. E nella stessa teglia ho servito a tavola facendo le porzioni nel piatto, con arista, purè e fagiolini irrorato dall'ottimo e succulento intingolo.
Tanti oggetti della tradizione contadina che diventano complementi d'arredo, utensili indispensabili e apprezzati da tutti per un utilizzo vario e speciale.

FRATELLI COLI’ S.R.L.
VIALE DELLA CERAMICA, 2
(ZONA ARTIGIANALE)
73020 CUTROFIANO (LE)
info@coliweb.com
http://www.coliweb.com
https://www.facebook.com/pages/FRATELLI-COLI-SRL