giovedì 24 aprile 2014

Leishmaniosi... è possibile convivere con questa malattia?

Per la pillola di Salute di questo mese il dottore Canello tratta un argomento che mi tocca da vicino, visto che il mio Snoopy ha purtroppo la malattia di cui si parlerà in seguito. Ma vi assicuro che io utilizzo Immuno Active per il mio cane e sta bene, in forma e ad oggi non ha avuto ricadute.
Ecco di seguito cosa ci consiglia il nostro amico veterinario:

"Lo sapevate che la Leishmaniosi è una malattia tremenda per un motivo ben preciso? Partiamo da una premessa: qualsiasi parassita non ha alcun interesse ad uccidere il suo ospite perché ucciderebbe se stesso. Infatti, deve stabilirsi una convivenza che permetta al parassita di nutrirsi a spese dell'ospite senza farlo morire. Il parassita si sviluppa senza controllo solo quando l'ospite è debole e ammalato, ma per cause diverse.
Altre malattie, specie croniche, indeboliscono l'organismo favorendo lo sviluppo di germi, funghi e parassiti vari. Pensiamo ai semplici ascaridi del cucciolo: essi non lo ucciderebbero, come a volte accade, se non avesse altri problemi, ma convivrebbero con lui fino all'età adulta, quando sparirebbero spontaneamente (degli ascaridi e del loro significato biologico ne parleremo ad un prossimo "Lo sapevate...."). 
Nel caso della Leishmania, è necessario combattere una guerra farmacologica senza fine perché l'organismo di troppi cani non è in grado di tenere sotto controllo il parassita. Ciò succede anche per la Filaria, Babesia,  Rickettsia e altre. Sappiamo tutti, quanti cani, nell'emisfero australe, muoiono per deperimento irreversibile o per blocco renale, e ciò è dovuto pressoché esclusivamente alla grave carenza delle difese immunitarie. Ma cosa provoca questa carenza? Le cause possono essere diverse, ma ho avuto la fortuna di intuire che, agendo contemporaneamente su causa e effetti attraverso le mie scoperte fatte con la importante collaborazione del nostro centro Ricerche e Sviluppo, specie nella persona del Dott.Gianandrea Guidetti, farmacista di enorme esperienza nel campo della fitoterapia e delle piante medicinali in genere, si può realmente riportare l'organismo dei malati a saper convivere, IN UN OTTIMO STATO DI SALUTE, con la malattia per un tempo indefinito.
La ricerca fatta a Veterinaria  e all'Istituto di Immunologia dell'Ospedale Civile di Napoli ha dimostrato scientificamente la capacità del nostro gioiello Forza10 Immuno Active di riportare il sistema immunitario alla normalità, abbandonando il devastante stato autoimmunitario caratteristico della patologia.
Conclusione? 
È possibile, attraverso Immuno Active, immaginare i cani di tutto il mondo convivere ottimamente con la Leishmaniosi e con la varie patologie autoimmuni. 
Visitate la nuova homepage Forza10: troverete informazioni importanti e soluzioni efficaci su questa e molte altre patologie considerate incurabili e inguaribili. 
Avete dubbi? 
Fatecelo sapere via mail o attraverso il numero Verde 800993398. 
Un caro saluto da Sergio Canello, esperto in nutrizionale animale."