martedì 3 settembre 2013

Il menù di una giornata speciale.

È domenica pei poveri e i signori, 
ognuno può dormir tranquillamente.
Nè clacson, né sirene, nè motori,
si sveglia la città più dolcemente.



Persino il gallo, molto premuroso,
non fa "Chicchirichi".
Ha scritto sul pollaio:
"Buon riposo, ritorno lunedì"





Domenica è sempre domenica,
si sveglia la città con le campane.
AI primo din-don del Gianicolo
Sant'Angelo risponde din-don-dan.





 

Domenica è sempre domenica
e ognuno appena si risveglierà
felice sarà e spenderà
sti quattro soldi de felicità.


 
Bella questa canzone! la cantava sempre mia nonna quando si metteva ai fornelli per preparare il pranzo della domenica, allora non sapevo cosa c'era dietro quella felicità nel viso di mia nonna. La felicità di una donna che aveva vissuto la sua vita nel sufficiente, ma rispettato agio.
Da quando mi sono creata la mia casa e la mia famiglia, penso spesso a lei... lei che mi insegno come si soffrigge una cipolla.... Ricordo benissimo quel ticchettio del cucchiaio di legno che spezzettava il soffritto.... Mi insegnò a lavare piatti e le pentole, mi insegno a leggere l'ora, mi insegno cosa è l'amore e l'affetto di una nonna. 
Il bastone della sua vecchiaia ero! 
Così mi diceva sempre!!
Questo prologo per presentarvi il menù che ha accompagnato la mia famiglia ieri. Un giorno speciale perchè cucinando mi è venuta in mente lei.. lei che da troppi anni non accompagna più la mia vita il mio cammino.
Iniziamo con il Primo:
PAPPARDELLE AL TONNO E CARCIOFINI
Ingredienti:
200 g. di Pappardelle all'uovo La pasta di camerino
1 scatoletta di Tonno con carciofini Italiani - Ghiotto
Cuocete per pochi minuti le pappardelle e riscaldete il tonno in scatola con carciofi in una pedellina. Non appena si cuoce la pasta condite con il condimento e gustare caldo.
Una ricetta semplicissima perchè preparata con dei prodotti in scatola e già pronti, ma vi assicuro che il risultato era come se avessi di mano mia cucinato e preparato pasta e condimento con prodotti freschi e con le mie mani. Pasta all'uovo ottima e gustosissima, i carciofini sono di origine rigorosamente italiana, il tonno è quello più pregiato di tipo Yellow-fin, ma il vero segreto risiede nell’imitabile salsa “Ghiotto” a base di pomodoro italiano e aceto invecchiato in botti di rovere che ha portato al piatto una nota delicata e decisa nello stesso tempo.
Dessert:
TORTA SOFFICE AL LIMONE CON CREMA AL LIMONE
Ingredienti:
1 confezione di Torta soffice al limone Polenghi
125g di burro
3 uova
150ml di latte 
1 confezione di Crema al limone Polenghi
250 ml di latte
200 ml di panna da montare
1 Disco in ostia di Cars
1 bicchiere di limoncello Pallini
Versate in una contenitore la miscela per torta contenuta nella confezione ed unite il burro ammorbidito, le uova e il latte. Aggiungete il contenuto delle due dosette di succo di limone che si trovano all'interno della confezione. Lavorate con uno sbattitore elettrico per alcuni minuti, sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Imburrate una tortiera e versate l'impasto.
Cuocere a 170° per circa 40/50 minuti. Per la crema di limone: In un contenitore versare il latte a temperatura ambiente e il preparato della busta che trovate all'interno della scatola. Mescolare per qualche minuto con lo sbattitore elettrico fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi, nel frattempo aggiungete la dosette di limone che trovate sempre all'interno della confezione. Riponete in frigo per qualche ora per farla rassodare. Nel frattempo montate la panna fredda e mettente anch'essa in frigorifero.
Quando sfornerete la torta lasciatela freddare e tagliatela a dischi. Farcite la torta a strati inzuppandoli con il limoncello e con la crema di limone. Unite una piccola parte di crema di limone alla panna e con una saccapoche decorate i lati e la superficie, io ho inserito un disco in ostia di Cars, per lucidarlo basta spruzzare del gel spray.
Avevo anche delle decorazioni con palloncini e degli alberelli in plastica e ho decorato la torta... è piaciuta tantissimo.
Cena a base di pesce:
Ostriche in Pepe
Cozze scoppiate
Calamari fritti e Gamberone arrosto
Il piatto più apprezzato:
SEPPIOLINE MARINATE
Ingredienti:
500 g. di seppioline piccole
Olio 
Limondor
1 bicchiere di Vino bianco
Sale e pepe
Prezzemolo
Menta

Fate scaldare abbondante olio in una padella e aggiungere le seppie mescolandole e girandole bene (a fuoco basso), aggiungete un pò di vino bianco e sale e fate cuocere per circa 5 minuti. Aggiungere il prezzemolo e la menta e fate cuocere per altri 5 minuti, mescolando di tanto in tanto, fino a quando si forma un sughetto denso. Una volta cotte servirle con un filo d'olio a crudo, una spruzzata di prezzemolo a crudo e qualche fogliolina di menta.
Ottimi....
Spero di avervi fatto cosa gradita parlandovi della mia cucina e delle mie avventure...  
Mi piace sempre ricordare la mia nonna che cucinava da Dio!! Sicuramente adesso cucinerà per Dio!

Ringrazio per la realizzazione dei suddetti piatti:
 
 
E per la presentazione dei piatti: