lunedì 1 ottobre 2012

PAOLO VIRZi'



Vorrei farvi conoscere il regista del nuovo film in uscita nelle nuove sale cinematografiche nei prossimi giorni, proprio per farvi capire come questa grande persona metta nel suo lavoro le più grandi piaghe della società odierna:
PAOLO VIRZì  

(Livorno, 4 marzo 1964) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano. È tra i principali eredi ed innovatori della tradizione della commedia all'italiana.
.Virzì debutta alla regia nel 1994 con La bella vita. Il 17 gennaio 2009 Paolo Virzì si è sposato con l'attrice Micaela Ramazzotti, dalla quale il primo marzo 2010 ha avuto il suo secondogenito. Ma quello che è più interessante è la sua

Filmografia:
*La bella vita (1994) All'esordio nella regia.Con questa sua opera prima Virzì ha conquistato sia il David di Donatello che il Nastro d'argento come miglior regista esordiente. David di Donatello 1995: miglior regista esordiente2 Nastri d'argento 1995: miglior regista esordiente e migliore attrice protagonista (Sabrina Ferilli)Ciak d'oro 1995: miglior opera prima.
*Ferie d'agosto (1995)Le riprese furono effettuate nell'incredibile estate 1995, ricordata per il tempo ed il clima tipicamente autunnale, mettendo a dura prova cast e troupe, soprattutto per la scena del bagno serale. David di Donatello 1996: miglior film










*My Name Is Tanino (2002) Il film è stato girato a Castellammare del Golfo, New York, Toronto, San Vito Lo Capo.Sballottato di qua e di là senza capirne il motivo, Tanino esce sempre vincitore dalle situazioni proprio per la sua ingenuità. Ha percorso un viaggio lontano, ma anche vicino, dentro di sé alla ricerca della propria identità e del proprio futuro.




















*Ovosodo (1997) La maggior parte degli attori che prendono parte al film sono debuttanti. Ovosodo è un quartiere di Livorno, chiamato cosi per via delle maglie bianco-gialle indossate durante il Palio Marinaro.2 David di Donatello 1998: migliore attrice non protagonista (Nicoletta Braschi) e miglior sonoro in presa diretta54ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia: Leone d'argento, Premio Pasinetti (Edoardo Gabriellini) 
*Caterina va in città (2003) Il film descrive la situazione della politica italiana vista da una classe di alunni di terza media. l film è ricco di camei di personaggi famosi, tra cui Roberto Benigni, Michele Placido, Simonetta Martone, Corrado Fortuna, Maurizio Costanzo e la deputata Giovanna Melandri.
 *Tutta la vita davanti (2008) Si tratta di una commedia agrodolce sul precariato raccontata attraverso il mondo dei call center.2 Nastri d'argento 2008: regista del miglior film (Paolo Virzì) e migliore attrice non protagonista (Sabrina Ferilli)

 *La prima cosa bella (2010)È il nono film del regista di Livorno, che torna a girare nella sua città natale. Le riprese sono iniziate l'11 maggio 2009 e il film è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 15 gennaio 2010.Un professore di lettere di mezz'età in un istituto alberghiero di Milano, è un uomo infelice e fondamentalmente insoddisfatto della sua vita, affronta il suo passato e concede infine a tutti quanti, primo tra tutti a se stesso, una nuova occasione e un nuovo inizio, prima che sia troppo tardi e che la separazione diventi definitiva. Il titolo del film è tratto dall'omonima canzone di Mogol e Nicola Di Bari, portata al successo da quest'ultimo nel 1970, di cui la cantante Malika Ayane ha realizzato una cover per la colonna sonora del film. 3 David di Donatello 2010: miglior sceneggiatura, migliore attrice protagonista (Micaela Ramazzotti) e miglior attore protagonista (Valerio Mastandrea)4 Nastri d'argento 2010: regista del miglior film, migliore sceneggiatura, migliore attrice protagonista (Micaela Ramazzotti e Stefania Sandrelli) e migliori costumiAlabarda d'oro 2010: migliore sceneggiaturaPremi IOMA 2010: miglior film italianoFestival del Cinema di Salerno 2010: trofeo Ciak festivalBIF&ST 2011: miglior compositore delle musiche (Carlo Virzì)

ed infine quello che uscirà tra pochi giorni...

*Tutti i santi giorni (2012)ispirato al romanzo La generazione di Simone Lenzi e sceneggiato da Francesco Bruni, dal regista e dallo stesso autore del romanzo. ‘Un film piccolo e intimo’ ama definirlo Paolo Virzì. La storia di una coppia, che si ama molto, sono la salvezza uno dell’altro. Lei volitiva e fragile, lui calmissimo e perso. Un figlio potrebbe essere la perfetta quadratura del cerchio. Ma la ricerca di questo bambino porterà solo ad allontanarli…Guido è timido, riservato, coltissimo. Antonia irrequieta, permalosa e orgogliosamente ignorante. Lui portiere di notte appassionato di lingue antiche e di santi, lei aspirante cantante e impiegata in un autonoleggio. Si vedono solo la mattina presto quando Guido torna dal lavoro e la sveglia con la colazione, e tutti i santi giorni si amano. Sono i protagonisti di una divertente e romantica storia d’amore vissuta in una metropoli complicata come Roma, con dei vicini di casa rozzi, allegri e disperati e alle spalle due famiglie d’origine che non potrebbero essere più distanti. Un amore che sembra indistruttibile, finché il pensiero ostinato, ossessivo, di un figlio che non arriva non mette in moto conseguenze imprevedibili. La distribuzione del film è curata dalla 01 Distribution, che distribuirà il film nelle sale italiane a partire da Giovedì 11 ottobre 2012